La psicosomatica è la disciplina che si colloca a metà strada tra la medicina e la psicologia, in quanto indaga la relazione tra mente e corpo; ha lo scopo di rilevare e comprendere gli effetti negativi che la psiche/la mente produce sul soma ossia il corpo.

CHE COSA SONO I DISTURBI E LE MALATTIE PSICOSOMATICHE?

I disturbi psicosomatici sono caratterizzati da sintomi del corpo (come dolore ed infiammazione) in cui le emozioni possono funzionare da esacerbazione e/o causa o mantenimento della malattia.  I disturbi con il tempo possono portare poi a sviluppare vere e proprie patologie.

Sintomi psicosomatici sono comuni in varie forme di depressione e in quasi tutti i disturbi d’ansia, ma esistono dei disturbi psicosomatici veri e propri in assenza di altri sintomi di natura psicologica, che rendono più difficile, per il soggetto, imputare il malessere fisico ad un problema psicologico piuttosto che ad un malfunzionamento organico.

 

 

 

Le malattie psicosomatiche in base all’apparato interessato possono essere:

-dell’apparato gastro-intestinale: gastrite cronica, colon irritabile, nausee, vomito e diarrea;

-del sistema cutaneo: dermatiti, eczemi, sudorazione, psoriasi, orticaria;

-del sistema muscolare-scheletrico: cefalea tensiva, dolore cronico, artrite e mialgia;

-dell’apparato respiratorio: dispanea, singhiozzo, sindrome iperventilatoria, asma bronchiale;

-del sistema endocrino: ipertiroidismo o ipotiroidismo, ipoglicemia, diabete mellito;

Alcuni tra i disturbi psicosomatici più comuni sono la fibromialgia, la cefalea tensiva, la colite spastica (colon irritabile), il dolore cronico e la dermatite psicosomatica.

 

 

UNA LETTURA PSICOLOGICA DELLA SOMATIZZAZIONE

La persona che presenta un disturbo psicosomatico mostra, più che raccontare, una difficoltà a riconoscere ed esprimere le emozioni, a distinguere con chiarezza i sentimenti e le sensazioni corporee legate alla sfera emotiva. Presenta una minore capacità di immaginazione ad discapito di un pensiero prevalentemente concreto, orientato cioè più al mondo fisico.

Di conseguenza, in queste persone, il corpo sembra essere il protagonista dell’espressione delle emozioni, la via di espressione del disagio emotivo-affettivo, senza però che la persona ne sia consapevole. Essendo le emozioni complesse difficili da riconoscere, ma esistenti e più o meno forti cercano una via per essere scaricate. E la via privilegiata è il corpo.

 

COME OCCUPARSI DEL DISTURBO E DELLA MALATTIA PSICOSOMATICA

La malattia psicosomatica può essere curata attraverso un approccio integrato delle figure professionali di medico e psicologo, al fine di mantenere l’unità di psiche e soma.

 

 

Dal punto di vista psicologico, l’intervento è mirato a creare uno spazio per la parola partendo dalla considerazione che è il corpo che “parla” e che quindi è da ascoltare. Parlare della malattia, delle problematiche, delle conseguenze nella vita quotidiana, dei vissuti emozionali esperiti dalla persona è parte imprescindibile per la cura di che soffre di un disturbo psicosomatico.

Rivolgiti ad un professionista che ti possa aiutare a comprendere l’origine e la funzione del disturbo somatico e, successivamente, a cambiare il meccanismo di funzionamento che ha portato a riversare nel corpo il malessere psicologico.

 

email: santini.manuela@outlook.it  tel: 340 77 43 960